Cibo Locale, Spesa Solidale e Spesa Sfusa

Da questo articolo sul “caro spesa” in contemporanea al macero di frutta, verdura e fiori, scaturisce la rinnovata volontà di organizzarsi per ridare potere agli agricoltori, per riprendere contatto con la natura, per accorciare la catena della filiera che porta le merci dal campo coltivato fino sulle nostre tavole, per tornare a mangiare prodotti saporiti (perchè staccati dalle piante NON 20 giorni prima…) e magari cercare anche di risparmiare un po’.

Ci sono situazioni e mercati dove gli intermediari hanno il loro valore, ora però siamo arrivati all’eccesso di intermediazione, troppi passaggi anche dove e quando non ce n’è il reale bisogno.
Se andassimo TUTTI a fare la spesa nelle fattorie…credo sarebbe il caos li da loro, ma qualcuno un più non guasta…basta organizzarsi magari in GRUPPI SOLIDALI di Acquisto, come i G.A.S.

Intanto un utile link per la mappa del CIBO LOCALE, sperando che il sito resti vivo e aggiornato.

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *